Cancella ingresso

Header

Quick navigation

Ricerca

Service navigation

Language selection

Main navigation

Le parole svizzere dell’anno 2020 sono state scelte

Pandemia è la parola svizzera dell’anno in italiano. Al secondo posto si classifica responsabilità, al terzo distanza.

Comunicato stampa | 8 dicembre 2020

Il 2020 si rivela, anche a livello linguistico, l’anno segnato dalla pandemia da coronavirus.Il suo influsso nell’uso quotidiano della lingua è stato notevole e pervasivo al punto che tutte le parole scelte sono direttamente o indirettamente legate alla crisi sanitaria che ha colpito il mondo intero.

Le vincitrici per il francese sono coronagraben, gestes barrières, luttes; per il tedesco systemrelevant, Maskensünder, stosslüften; per il romancio mascrina, extraordinari, positivitad (cfr. riquadri sottostanti). Ecco le dodici parole che hanno segnato il 2020 in Svizzera.

In tutte e quattro le lingue nazionali

Dal 2017 il Dipartimento di Linguistica Applicata della ZHAW cura e coordina la scelta delle parole svizzere dell’anno in tedesco e francese. Da allora, la scelta avviene in maniera interattiva e basata sulla ricerca. Nel 2018 si è aggiunto l’italiano; nel 2019, in collaborazione con la Lia Rumantscha, il romancio.

La selezione avviene su tre livelli per tutte le lingue. A monte c’è un procedimento scientifico, ovvero l’analisi della più grande banca di dati testuali in Svizzera: il corpus Swiss-AL. I ricercatori della ZHAW estraggono dal corpus una lista di parole che, nell’anno in corso, si sono rivelate statisticamente più frequenti rispetto al passato. A tale lista si aggiungono proposte provenienti dal pubblico. Una giuria di esperti della lingua (docenti, ricercatori, giornalisti, scrittori, drammaturghi, interpreti, musicisti) si riunisce per deliberare, sulla base di questo elenco, quali siano le parole più significative nel 2020 per la Svizzera, in italiano, francese, romancio e tedesco.

Maggiori informazioni sul progetto “Parola svizzera dell’anno” sono disponibili sul nostro sito: https://www.zhaw.ch/it/linguistica/parola-dellanno-svizzera/

Contatto specialistico:

Direzione strategica del progetto “Parola svizzera dell’anno”, Prof. Dr. Daniel Perrin, Direttore del Dipartimento di Linguistica applicata, ZHAW, telefono 058 934 60 67,  e-mail daniel.perrin@zhaw.ch

Giuria italiano, Dr. Angelo Ciampi, Dipartimento di Linguistica applicata, ZHAW, telefono 058 934 60 78, e-mail angelo.ciampi@zhaw.ch

Giuria francese, Elsa Liste Lamas, M.A., Dipartimento di Linguistica applicata, ZHAW, telefono 058 934 62 39, e-mail elsa.liste@zhaw.ch

Giuria romancio, Lic. phil. Daniel Telli, Manader Lingua, Lia Rumantscha, telefono 081 258 32 22, e-mail info@rumantsch.ch

Direzione operativa del progetto “Parola svizzera dell’anno” e giuria tedesco, Lic. phil. Marlies Whitehouse, Dipartimento di Linguistica applicata, ZHAW, telefono 058 934 61 69, e-mail marlies.whitehouse@zhaw.ch